Seo o social media marketing?

Lavorare sul web per la tua azienda può essere fatto in molti modi diversi. Io sono convinto che il punto di partenza migliore per promuoversi online sia la propria curiosità di imprenditore per questo mezzo.

Per semplificare i diversi approcci possibili al web marketing, ma è solo una semplificazione, possiamo ragionare in termini di social e di motori di ricerca. I social come Facebook e Instagram sono luoghi in cui ciascuno di noi passa del tempo per pubblicare le sue cose, comunicare con amici e curiosare. I motori di ricerca come Google sono invece il punto di partenza per soddisfare di solito un bisogno di informazioni più specifico.

Nell’ambito degli specialisti del web si dice che chi sta sui social non è lì per comprare. Chi invece cerca un prodotto su Google ha quantomeno un interesse specifico a ottenere informazioni, sulle sue caratteristiche su prezzo e venditori.

Per questo motivo la SEO ovvero la Search Engine Optimization, è considerata da tanti fondamentale, per acquisire nuovi clienti. Se le persone vanno su Google per cercare un prodotto, vuol dire che sono disposte a comprare, e allora con la mia attività devo essere tra le prime posizioni nei risultati di ricerca.

Il punto è che fare SEO richiede competenze abbastanza avanzate e tempo per ottenere risultati, in termini di visibilità sui motori di ricerca. Questo vuol dire affidarsi necessariamente a uno specialista che può avere un costo importante. Fare marketing attraverso Facebook o altri social ti permette invece una migliore comprensione di ciò che acquisti come consulenza, anche un controllo diretto e nel tempo maggiore autonomia.

La SEO prevede un lavoro continuo, i testi del tuo blog devono essere orientati a ciò che i tuoi potenziali clienti cercano, quando vogliono comprare la tua categoria di prodotti, le famose keywords migliori per il tuo settore. Inoltre il tuo sito deve essere curato e aggiornato in alcuni aspetti tecnici che gli permetteranno di scalare le SERP, Search Engine Results Page.

Ci sono altre considerazioni importanti per scegliere se investire in SEO oppure in Social Media Marketing. Se il tuo mercato potenziale è più o meno nazionale, allora può anche avere senso impegnarsi nel medio periodo in attività di ottimizzazione di questo tipo. Anche qui però è necessario valutare le possibilità di successo. Magari hai un’ottima azienda, per qualità dei prodotti e servizi ma sul web ci sono operatori che lavorano da molti anni con i loro siti e hanno posizioni di rilievo nelle SERP difficilmente raggiungibili.

Il lavoro su Facebook invece ti permette, attraverso l’acquisizione continua di fan e la pubblicazione di contenuti interessanti, di costruire una platea di potenziali clienti con cui comunicare. Anche se in quel momento non saranno interessati ad acquistare immediatamente, avranno la possibilità di conoscere la tua azienda post dopo post.

La SEO inoltre presuppone attività di ricerca dei clienti fatte a una scrivania su un computer e non su cellulare molto in fretta, cosa sempre più frequente oggi.

Inoltre, anche quando cerchiamo su Google qualcosa, spesso ci fermiamo ai risultati del motore di ricerca che riguardano le attività locali e comunque la prima pagina. Per quelle schede che ci portano direttamente su Google Maps, la SEO non c’entra, si tratta di informazioni sulla propria azienda che è possibile rendere disponibili attraverso una scheda di Google My Business.

I social network permettono, almeno potenzialmente, di costruire una relazione duratura anche a distanza col tuo pubblico, con una platea di persone che possono anche portare altri clienti attraverso il passa parola.

Comunque col web marketing non c’è nulla di immediato, ci si confronta con molti pubblici e molti concorrenti, in ogni settore di attività. Ci vuole tempo per ottenere risultati ma inseguire Google e le sue logiche potrebbe non essere la strada giusta.

Anche quando la tua attività può ottenere con la SEO importanti risultati in termini di contatti, perché la tua dimensione aziendale, la qualità dei contenuti che pubblichi lo consentono, investire in SEO può voler dire inseguire troppo le logiche degli algoritmi di Google e di quei potenziali clienti che valutano le aziende solo dalla posizione nei risultati di ricerca.

Un’azienda, anche se ha sempre bisogno di clienti, ha un suo punto di forza nella capacità di non inseguire logiche di mercato aleatorie, che a volte durano anni, e mantenere invece le sue specificità, anche in termini di comunicazione e marketing.

Innovare attraverso la comunicazione sul web è interessante e fondamentale ma richiede l’elaborazione di un pensiero organizzativo specifico, che consenta di valorizzare la tua esperienza, senza disperderla in logiche che non ti appartengono.

Contattami per idee e proposte di collaborazione. 🙂

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.