Eventi in negozio o azienda

Lo scopo finale di un’attività di web marketing è riuscire a fare vendite aggiuntive, guadagnare di più al netto dell’investimento in tempo e sold impiegatii. Vero è che per fare questo bisogna apprendere nuovi comportamenti organizzativi nella propria azienda, piccola o grande che sia.

Al di là degli obiettivi monetari, c’è sicuramente anche la curiosità verso nuove attività e il web marketing con i suoi strumenti e possibilità costituisce un mondo nuovo che può essere bene conoscere nel campo del commercio e dell’impresa.

Comunque, per vendere di più bisogna aumentare il contatto con nuovi potenziali clienti. E visto che le abitudini di acquisto hanno le loro resistenze al cambiamento, una strategia di web marketing prima che a vendere, dovrebbe essere finalizzata a farsi conoscere come azienda, a generare semplicemente contatti con nuovi potenziali clienti. 

Questo è dunque l’obiettivo di qualsiasi attività di marketing sostenibile che fa da premessa a qualsiasi eventuale aumento di vendite e/o guadagni.

Attraverso i social si possono portare nuove persone a scriverti, telefonarti o a venire in negozio e poi forse a comprare da te, quando maturerà la scelta e soprattutto l’interesse all’acquisto.

Per farsi conoscere si possono organizzare eventi periodici nel proprio negozio, se è abbastanza grande da contenere almeno 10 o 15 persone tutte insieme.

L’invito può essere fatto sui social o attraverso il contatto attivo su whatsapp per esempio, nel primo caso rivolgendosi ad una platea di potenziali clienti anche molto ampia, nel secondo caso con inviti più mirati. 

Un post sponsorizzato sulla propria pagina Facebook, per una settimana, che gira nel raggio di un paio di chilometri dal proprio indirizzo aziendale, potrebbe essere la cosa più adatta.

Il problema più importante non è però come invitare ma che tipo di evento organizzare per divertirsi, interessare e avere nuovo pubblico nel negozio, che possa diventare cliente col tempo.

Non tutti i negozi o attività possono trarre vantaggio dall’organizzazione di eventi nel proprio locale ma per alcuni potrebbe essere una buona idea, ecco una lista di alcuni settori:

  1. abbigliamento, accessori, wellness
  2. prodotti tecnologici e hi tech.
  3. servizi innovativi alla persona o all’impresa, di largo consumo.
  4. manutenzione impianti domestici.
  5. vendita oggetti vintage o usati.
  6. prodotti alimentari di alta qualità

Provo a scrivere anche un decalogo delle cose da combinare per organizzare un buon evento.

  1. assicurarsi la presenza di 5 o 6 amici o parenti per avere un numero base di invitati.
  2. avere un gadget interessante come regalo per gli invitati.
  3. definire la durata dell’evento (circa 2 ore) e comunicarne le fasi in anticipo durante la campagna di post sui social.
  4. avere la presenza di un fotografo professionista che regala le foto di uno shooting che coinvolge gli invitati.
  5. presentare un nuovo servizio o una nuova collezione prodotti.
  6. organizzare una prova/visione dei prodotti.
  7. offrire uno sconto promozionale per l’occasione.
  8. raccogliere i contatti degli invitati interessati ad essere aggiornati periodicamente sulle novità della vostra attività.
  9. ripetere l’evento per 2 o 3 giorni di fila.
  10. ripetere l’evento 2 o 3 volte l’anno.

Questo decalogo è abbastanza generico e rendere l’evento interessante potrebbe riguardare altre questioni a seconda dei prodotti e servizi in vendita. Per esempio, in caso di prodotti tecnologici, la presenza di un esperto, un tecnico che offre informazioni, oltre ai proprietari dell’attività, potrebbe essere un incentivo a partecipare.

In generale, la possibilità di far conoscere i propri prodotti non è l’unica utilità di un evento, per nuovi clienti potenziali o clienti acquisiti un po’ distratti nel tempo. Spesso infatti i negozi concorrenti hanno prodotti simili ma quello che può fare la differenza per attrarre nuovi potenziali clienti è:

  1. lo stile, l’accoglienza del tuo negozio/attività e dei suoi addetti.
  2. la comodità della location, la sua raggiungibilità.
  3. l’interesse commerciale o culturale della zona della tua attività.
  4. la vendita di buoni regalo che i clienti possono acquistare per loro amici/parenti.

Contattami per idee e proposte di collaborazione!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *